Associazione MOTO ARMONICO
Via Canale Scalabrino, 82 | Trapani

info@patrizialosciuto.com
Tel: +39 339 4920968

Patrizia Lo Sciuto

Le fotografie di Patrizia Galia

In una notte insonne come questa, mentre una zanzara vaga attorno alle mie orecchie, mi imbatto in qualcosa di straordinario. In questo luogo, grazie al movimento del mio indice, le immagini scivolano dal basso in alto. Succede che passano indifferenti, ma non sempre. Capita che vedo spaghetti al sugo di pomodoro, tramonti settembrini, labbra sporgenti a forma di didietro di bipedi piumati, macchine, gatti spericolati. Leggo anche aforismi scritti dal mio macellaio, vedo di tutto. Un immenso database di immagini e pensieri che il cervello incassa, con falsa distrazione. Una montagna di pic catturate con l’accessorio per eccellenza dei nostri tempi, il palmare plasmato sul palmo, lo smartphone. Mi chiedo a volte a cosa serve tutto questo mondo dei social. Forse serve a non far sentire soli i molti umani di questa terra, fare arricchire alcuni, fare impoverire lo spirito di altri, promuovere il proprio lavoro gratuitamente, innalzare il proprio ego, diventare finalmente famosi, trasformarsi in personaggi di un sogno che forse mai si realizzerà, nutrire sentimenti quali invidia, gelosia e odio, suscitare tenerezza, sognare l’amore. A me stanotte questo grosso scatolone dove capita di inciampare è servito a qualcosa. Ho scoperto il lavoro di un’artista che non conoscevo. Straordinaria. Una donna. Una fotografa. Un’amica di adolescenza, una conoscenza ahimè poco approfondita. Ricordo quando ci siamo incontrate dal parrucchiere qualche anno fa. Una dopo l’altra, ammiro le foto di questa donna e si svelano ai miei occhi immagini incredibili, scenari a tratti onirici a tratti realistici. Penso alla luce dei quadri di Caravaggio. Non conoscevo il suo talento. Voglio essere un suo soggetto fotografico o anche un elemento immerso nel suo campo visivo, così come sa cogliere lei. Non per narcisismo cosmico ma perché, come una foglia caduta dall’albero, voglio trovarmi lì per caso in un contesto condensato da una lente ottica. Dietro, il suo occhio e il suo modo di vedere il mondo. Grazie Patrizia Galia.

Photo credit © Patrizia Galia

Post a comment: